Home > Magazine > Appunti d'Arte > articoli

Aspettando Vitarte
Loris Schermi

Il 22 aprile inaugura a Viterbo, VITARTE, la prima mostra-mercato di Arte Moderna e Contemporanea del Centro Italia, che aprirà al pubblico dal 23 al 25 aprile. La prima edizione di un evento che si candida a diventare un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati di arte moderna e contemporanea. L'obiettivo è quello di creare un punto di riferimento capace di attrarre investitori e acquirenti, per favorire la crescita del settore dell'arte moderna e contemporanea nell'area del Centro-Sud. Ottomila metri quadrati di superficie espositiva.

Circa settanta le gallerie italiane partecipanti, venti gli espositori romani, tra i quali sarà presente anche www.merzbau.it - Il Portale dell'Arte Contemporanea a Roma, che esporrà opere di Paola Binante, Rossella Canuti, Egisto Catalani, Eleonora del Brocco, Eugenio Percossi, Attilio Pierelli e Cesare Tacchi.

Una serie di eventi collaterali, curati dalla Casa d'Arte Ulisse e da Marcello Carriero, animeranno la manifestazione, organizzata da Tuscia Expò, con il patrocinio di Regione Lazio, Provincia, Comune e Camera di Commercio di Viterbo:

Una mostra con venti opere, tra dipinti e sculture, dell'artista cileno Sebastian Matta, che vuole essere un omaggio ad uno delle personalità più importanti dell'arte del Novecento. Da protagonista, Matta, ha attraversato il secolo scorso, fianco a fianco con le più grandi personalità del mondo dell'arte e della cultura. Lavorò con Le Corbusier , fu vicino a a Walter Gropius e Moholy-Nagy, fu amico di Garcia Lorca che lo presentò a Salvador Dalì e André Breton, ai quali si unì nel 1937 aderendo al Surrealismo. Quello di VITARTE è un tributo ad uno dei più grandi artisti della nostra storia, che ha scelto l'Italia e proprio il territorio della Tuscia per trascorrere gli ultimi anni della sua vita.

Contemporaneamente, Gianni Asdrubali, artista nativo di Tuscania e ormai considerato tra le personalità più importanti dell'arte italiana contemporanea, metterà in scena le sue grandi tele del ciclo “Azota”.

Domenica 25 aprile, il Presidente della Regione Lazio Francesco Storace consegnerà all'Ambasciatore del Cile Josè Goñ i, una targa commemorativa in omaggio a Sebastian Matta e un riconoscimento alla carriera a Gianni Adsdrubali. Previsto anche un riconoscimento al Rettore dell'Università della Tuscia Marco Mancini per aver contribuito alla formazione di operatori nel settore della conservazione, musealizzazione, storia e critica dell'arte contemporanea.

17/04/2004

Sebastian Matta<br> <i>Tangame Mucho </i><br>1999, olio su tela<br> cm 146 x 147
Sebastian Matta
Tangame Mucho
1999, olio su tela
cm 146 x 147

a cura dell'Ass. "Merzbau - Arte e Cultura" sede legale via del Badile 14 - 00159 - Roma | Cell. 347 7074779 - Fax +39 06 97258910