Home > Magazine > Appunti d'Arte > articoli

www.plot@rteuropa. Arte in viaggio tra virtuale e reale.
Elena Paloscia

Sono 170 gli artisti coinvolti in questo progetto nato da un’idea del gallerista Massimo Luppoli e del critico d’arte e curatore Gianluca Marziani. Dieci le gallerie europee, in Grecia, Belgio, Svizzera, Spagna, Portogallo, Francia, Olanda e Danimarca, che hanno accolto le opere degli artisti attivando così un circuito e una rete di scambio culturale che favorisce, attraverso la forma tradizionale della mostra e la possibilità di essere collegati con una webcam, la circolazione dei lavori e la visibilità degli spazi che le ospitano. Un’occasione di confronto tra sistemi espositivi privati per questa prima esperienza sul tema del “ viaggio”, proposto ai partecipanti di differenti generazioni, che offre la possibilità di conoscere artisti che utilizzano linguaggi e stili differenti resi omogenei dalla scelta della stampa su plexiglas per riprodurre i lavori.

Una grande varietà unita ad un’intrinseca qualità dei lavori è quindi il pregio dell’iniziativa che propone un ventaglio di modalità espressive che spaziano dal più rigoroso linguaggio fotografico all’uso pittorico e quasi barocco dei mezzi scelti. Anche la varietà dei soggetti offre la possibilità di scegliere a seconda dell’inclinazione personale ciò che è più vicino alla propria sensibilità estetica. Così colpiscono, accanto alla semplicità disarmante delle nature morte di Rita Klaucke e di Hana Palosu, anche le opere legate al sociale, come quelle della giovanissima Jessica Iapino o di Rossella Canuti. Nei lavori di Buz, di Minou Amirsoleimani e di Paolo Garau, o nelle colte citazioni di Maria Korporal, si rintracciano i temi, spesso autoreferenziali, della riflessione sul sé, sul corpo e sull’identità. Non mancano, infine, gli spazi dedicati all’inconscio e all’estraniamento: ambientazioni surreali dei molti volti della realtà attuale di stampo magrittiano prendono corpo nelle opere di Sergiei Sviatchenko, di Ima Picò, di Enriqueta Rocher, caratterizzati da slanci ora ironici, in Albert Kramer, ora medievaleggianti in Alessandro Bavari.

Questo viaggio alla scoperta delle frontiere dei linguaggi dell’arte contemporanea, prevede altre tappe: dal 17 al 30 novembre 2005 presso il Museo Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Università “La Sapienza di Roma, saranno allestite 10 opere e sarà possibile assistere alla proiezione del video che presenta le sedi europee; sabato 19 novembre 2005, alle 19.00 tutte le 170 opere saranno presentate presso le sale espositive del Castello Colonna di Genazzano, dove resteranno visibili fino al 20 gennaio 2006.

L’ampio catalogo, di oltre quattrocento pagine, è corredato dai testi critici di Toni Calderon, Elisa Casero, Elise Desserne, Stefano Elena, Francesco Gesti, Mirtya Nicolapoulou, Luigina Rossi, e Nori Zandomenego. La pubblicazione curata dalla Galleria Arturarte contiene oltre ai testi dei curatori, una presentazione delle gallerie e, seppure priva di cenni biografici e di un indice, che ci auguriamo saranno presenti in una prossima edizione, presenta brevemente ogni opera ed è un utile strumento per appassionati e specialisti del settore.

Le SEDI EUROPEE:

Atene Dot Galerie, Espino (Portogallo) Centro Multimeios, Diest (Belgio) Galerie Hartdiest, Lugano, Fondazione Carlo Molineris Madrid, Galleria Blanca Soto, Parigi Galerie Kiron, Roma Galleria Arturarte, Spijkenisse (Rotterdam) Rar Galerie, Viborg, Senko Studio, Valencia La Sala Naranja.

Informazioni: Info GALLERIA ARTURARTE

Via Cassia km 36,30 Zona Industriale Settevene Nepi (VT)

tel. 0761 527955

e-mail: arturarte@tiscali.it, Web: www.arturarte.com

06/10/2005


a cura dell'Ass. "Merzbau - Arte e Cultura" sede legale via del Badile 14 - 00159 - Roma | Cell. 347 7074779 - Fax +39 06 97258910