Le addormentate
 Roma, Sala 1, 1995

Et molto meravigliosi da vedere
Roma, 2003

 

Formazione

Nato a Catania nel 1948. Vive a Roma. Ha studiato Architettura e seguito corsi di teatro a Roma. Dopo la laurea in Architettura, conseguita nel 1975 all'Università di Roma "La Sapienza" sul tema "La città il teatro", ha svolto attività didattica e di ricerca presso la stessa Facoltà, corso di Urbanistica II del prof. Attilio La Padula. E' stato per diversi anni impegnato a sostenere le lotte sociali nel Sud d'Italia, collaborando con il C.R.E.S.M (Centro Ricerche Economiche e Sociali per il Mezzogiorno). Negli anni 1972-1980 ha seguito da vicino il lavoro teatrale di ricerca di alcuni esponenti della cosiddetta "scuola romana"; in particolare, di Giuliano Vasilicò e della sua compagnia: è stata questa la sua effettiva formazione teatrale.


Ricerca sulle varie componenti teatrali, in particolare sulla luce

A partire dal 1983, ha condotto in Sicilia un intenso lavoro teorico e laboratoriale rivolto ad esplorare, da un lato, il rapporto tra attore, spazio e luce, dall'altro, nell'ambito del suo insegnamento di "Scenotecnica" presso l'Accademia di Belle Arti di Catania (1983-1992), quanto di nuovo può scaturire da categorie come quelle di "composizione scenica" e di "drammaturgia visiva", dall'uso della luce e del suono come elementi strutturanti la creazione teatrale, dall'introduzione della dimensione temporale nell'arte di installazione. Ricerca che ha poi continuato nell'ambito delle sue cattedre di "Scenotecnica" presso l'Accademia di Belle Arti di Urbino (1992-1996), l'Accadenmia di Belle Arti dell'Aquila (1996-2003), l'Accademia di Belle Arti di Firenze (2003-2004) e nei corsi tenuti presso Università e Festival in Italia e all'estero.


Compagnia Il Pudore Bene in Vista

Nel 1991, per mettere a frutto le modalità di lavoro elaborate nel corso dei laboratori siciliani (che avevano dato luogo alla realizzazione di dieci spettacoli), ha fondato a Catania la compagnia Il Pudore Bene in Vista, trasferitasi a Roma l'anno successivo. A partire dal '93, la ricerca teatrale si è indirizzata, con la collaborazione di Daria De Florian, principalmente allo studio dei rapporti tra attore, spazio e luce, sulla base di testi poetici e letterari, andando con radicalità verso la definizione di un teatro visionario. Nel '97, si è unita alla compagnia la coreografa e danzatrice Giovanna Summo, che attualmente condivide con Crisafulli la direzione artistica del Gruppo Arte Teatro Danza - Il Pudore Bene in Vista, compagnia sovvenzionata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Dipartimento dello Spettacolo, settore Danza. Con la compagnia Crisafulli ha creato sinora 23 spettacoli e 19 brevi performance. Come singolo artista ha realizzato 25 installazioni. Ha presentato i propri principali lavori, oltre che in Italia, in festival internazionali in Unione Sovietica, Olanda, Austria, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Egitto, Bosnia, Venezuela. Autore dei propri spettacoli, dei quali generalmente cura regia, scene, luci e lavoro sul movimento, è particolarmente attento ai temi del montaggio, del ritmo, dei rapporti tra la visione e le altre componenti del pezzo teatrale. Ed alla relazione con le tecnologie.

Progetto "Teatro dei Luoghi"

Parte della sua ricerca è indirizzata al rapporto con i luoghi reali, con interventi fuori dalle strutture teatrali e dalle gallerie. Ed è rivolta alla definizione di un "teatro dei luoghi" (nome di uno dei progetti che ha condotto negli anni, tuttora operante). In questo approccio l'autore si rivolge al luogo non come "scena" ma quale entità che possiede la capacità di fornire indicazioni, facendosi matrice del lavoro, "testo". Un "testo" storicamente determinato, stratificato, complesso, costituito da elementi di diversa origine e natura: aspetti visivi, sonori, spaziali, umani (antropologici e individuali), linguistici ed extralinguistici. E osservato attraverso la condizione di fruitori contemporanei.

Pubblicazioni

- Teatro dei luoghi, a cura di Raimondo Guarino, ed. Gatd, Roma, 1998
- Lingua Stellare. Il teatro di Fabrizio Crisafulli 1991-2002, a cura di Simonetta Lux, ed. Lithos, Roma, 2003 (scritti, oltre che di Lux e Crisafulli, di Maria Pia D'Orazi, Dario Evola, Raimondo Guarino, Teresa Macrì, Patrizia Mania, Paolo Ruffini)
- Luce attiva. Questioni della luce nel teatro contemporaneo, Titivillus, Corazzano, 2007
- Tra gli scritti di Crisafulli sul suo lavoro si segnalano in particolare Teatro dei luoghi: che cos'è?, in "Teatro e Storia", anno XV (2000), n. 22, ed. Bulzoni, Roma, 2001, e La scena corpo, in Ipercorpo. Spaesamenti nella creazione contemporanea, a cura di Paolo Ruffini, Editoria & Spettacolo, Roma 2005

 

a cura dell'Ass. "Merzbau - Arte e Cultura" sede legale via del Badile 14  - 00159 Roma - cell. 347 7074779 fax 06.23317832