L'enigma di Isidore Ducasse, 2005
termoformatura in polistirene - cm 45 x 60 x 35


(Part.) Senza titolo, 2005
termoformatura in polistirene - cm 45 x 60 x 12

 

[...] Con il ciclo Termoformature, Sabatini Odoardi compie una sorta di giro di boa attorno alla propria poetica, riuscendo in un unico lavoro a comprendere buona parte degli elementi disseminati fin qui e, nello stesso tempo, ad aprire verso una nuova direzione sperimentale, soprattutto in chiave di scoperta e utilizzo di materiali e tecnologie. E’ come se l’artista avesse concepito la “sua” antologica facendo a meno del museo ma ritornando sulle migliori idee fin qui esperite. L’elemento di maggior novità è dato dal processo realizzativo di queste opere, appunto la termoformatura. Lavorando a stretto contatto con un’industria specializzata nel trattamento dei materiali plastici, Sabatini Odoardi scopre la possibilità di congelare l’oggetto attraverso il riscaldamento, ossimoro degli ossimori, approntandovi un meccanismo irreversibile che sottrae la cosa dal normale ciclo vitale - coincidente con il suo valore d’uso - e le attribuisce un valore simbolico, dunque di eternità. Il packaging che si incolla agli oggetti come una seconda pelle non cambia di stato, non si rovina, non si spacca, non perde colore, non presenta sfumature. Così è e così resterà. [...]

Luca Beatrice

 

Cenni biografici

Gino Sabatini Odoardi nasce a Pescara nel 1968. Dopo aver conseguito il diploma presso il Liceo Artistico di Pescara, studia Pittura all’Accademia di Belle Arti dell’Aquila. Si diploma discutendo una tesi in Estetica sulla fenomenologia del “Silenzio” con Massimo Carboni. Negli anni del Liceo conosce il lavoro di Ettore Spalletti, docente di Discipline pittoriche. Durante gli studi accademici, determinanti saranno gli incontri con Fabio Mauri, docente di Estetica (con il quale sarà performer in “Che cosa è il fascismo” nel 1997 alla Kunsthalle di Klagenfurt in Austria e successivamente assistente), Jannis Kounellis (di cui sarà allievo nell’ambito del Seminario-Laboratorio di Arti Plastiche curato da Sergio Risaliti) e Carmelo Bene che avrà la fortuna di incontrare al Museo Sperimentale d’Arte Contemporanea dell’Aquila nel Gennaio 1996 e a cui dedicherà la sua mostra personale dal titolo “A boccaperta” nel Giugno 2002 al Museo Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Università “La Sapienza” di Roma. L’opera esposta in tale occasione (“Si beve tutto ciò che si scrive” 2002) viene successivamente acquisita dal Museo stesso entrando a far parte della collezione permanente del MLAC.
Tra i vari premi: nel 1999 riceve da Alfred Pacquement (Centre George Pompidou) “Le prix des Jeunes Createurs” all’Ecole Nationale Supérieure des Beaux-Arts di Parigi, il primo Premio nella sezione “Forma e Colore” istituito dall’Accademia di Belle Arti di Firenze, il riconoscimento (tra gli artisti già affermati in ambito nazionale) “Premio Unione Latina” 2003 di Roma a cura di Mauro Nicoletti, Cristiana Perrella e Maria Paola Maino e la Menzione Speciale del “Premio Celeste” 2005 di San Gimignano a cura di Gianluca Marziani. Vive e lavora tra Pescara e Roma.

Pubblicazioni

2001 “Adriatico: Le due sponde”, 52° Premio Michetti, a cura di Angela Vettese, catalogo mostra Fondazione Michetti, ed. Charta, Milano, 2001;
2003 “Controindicazioni” a cura di Simonetta Lux e Domenico Scudero, libro monografico, collana ArtisticaMente n. 14, con i saggi critici di Simonetta Lux, Domenico Scudero, Maria Francesca Zeuli, Fabio Mauri, Ludovico Pratesi, Cecilia Casorati, Gino Sabatini Odoardi ed una intervista di Sabrina Vedovotto, Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, Università “La Sapienza”, ed. Lithos, Roma 2003;
2005 “The White Album”, a cura di Luca Beatrice, catalogo monografico mostra Artissima 12, ed. galleria Oredaria Arti Contemporanee, Roma, 2005;

Principali mostre collettive

2006
“Artefiera”, galleria Oredaria Arti Contemporanee, Quartiere Fieristico - Bologna;
“Expo: Bo-Art”, galleria MAV Magatzemas d’Art Valencià - Valencia;

2005
“Abruzzo Felix”, Palazzo Caccianini - Frisa (Ch);
“HyPe”, Hype Gallery, Stabilimenti Assab One - Milano;
“Premio Celeste”, II° Ed. Magazzini del Sale in Palazzo Pubblico - Siena;
“Elogio dell’Eleganza”, Galleria MAR & Partners - Torino;
“Artissima 12”, Galleria Oredaria Arti Contemporanee, Lingotto Fiere - Torino;
“Pi-five”, (Private Impact), Koszary Sztuki in Swinoujscie / National Museum in Szczecin / Place of Art OFFcyna in Szczecin (Polonia) / AktionsBank - Berlino;
“Godart 2005”, Museo Laboratorio (ex Manifattura Tabacchi) - Città Sant’Angelo (Pe);
“Bagaglio da Viaggio-Appunti di un luogo”, Bologna Flash Art Show, Hotel Sofitel - Bologna;

2004
“Art pour la Palestine”, Parc des Expositions, Hall 5, Porte de Versailles - Parigi;
“Godart 2004”, Museo Laboratorio (ex Manifattura Tabacchi) - Città Sant’Angelo (Pe);
“Al caro Giorgio”, Libreria Bocca, Galleria Vittorio Emaneule II - Milano;
“Le sembianze anatomiche sono una variabile”, Villa Aragona Cutò - Bagheria (Pa);

2003
“MAC 2003”, IX° Ed. Santa Maria Gualtieri - Pavia;
“En Plein Air”, Strada Baudanesca - Pinerolo (To);
“Collezione permanente”, Museo Laboratorio (ex Manifattura Tabacchi) - Città Sant’Angelo (Pe);
“Unimovie”, VII° Ed. Internazionale University Video&Short Film Festival, Museo-Laboratorio - Città Sant’Angelo (Pe);

2002
“L 3”, Galleria Studio Lipoli - Roma;
“Christmas Mail”, International Mail Art Exhibition, Art Gallery Ripustus - Hämeenlinna (Finland);
“Contemporanea”, 6° Salone Internazionale d’Arte Moderna, Palazzo Fiere - Forlì;
“Arte e Scienza per la vita”, II° Ed. Spazio ex Boglietti - Biella;
“Convergenze.02”, Museo Civico - Colonnella (Te);
“La mia prima volta”, Futuro, - Roma;

2001
“Per un Futuro migliore”, Futuro - Roma;
“Il Mare: Emancipazione e Redenzione” XIV° Ed. ex Convento di San Domenico - Molfetta (Ba);
“Adriatico: Le due sponde”, 52° Premio Michetti, Museo Michetti - Francavilla al Mare (Ch);
“Avanzi di fine millennio”, Futuro - Roma;
“Agazzi Ars” V° Premio Internazionale, Palazzo Carrara Furietti - Presezzo (Bergamo);

2000
“Lo Scandalo dello Spirito” Annuale d’Arte 2000, Castello Cinquecentesco (Forte Spagnolo) - L’Aquila;
“900: Artisti ed arte in Abruzzo”, Museo Michetti - Francavilla al Mare (Ch);

1999
“Artisti &venti 1944 - 1999”, Castello Cinquecentesco (Forte Spagnolo) - L’Aquila;
“II° Borsa di Studio David Molinari”, Accademia di Belle Arti - Firenze;
“Les Trophées de la couleur”, Ecole Nationale des Beaux-Arts - Palais des Etudes - Parigi;
“XXVII Biennale d’Arte di Alatri”, Chiostro di San Francesco - Alatri (Fr);

1998
“Aniene percorsi del senso”, ex Cartiera Marziale - Tivoli (Roma);
“Castrum Sancti Angeli Postazioni D’Arte”, Castello Orsini, Castel Madama - (Roma);
“Saxula Postazioni D’Arte”, Castel Brancaccio - San Gregorio da Sassola (Roma);
“Arti Visive”, Basilica di Santa Maria Maggiore di Collemaggio - L’Aquila;

1997
“Premio di Pittura Hendrick Christian Andersen”, Accademia di San Luca - Roma;
“Teatrarte Novantasette”, Teatro Gabriele D’Annunzio - Pescara;
“Colore Forma”, ex Convento Santa Maria dei Raccomandati - L’Aquila;

1996
“Punti di vista d’Arte Immateriale”, Fontana della Rivera (99 Cannelle) - L’Aquila;
“Le Mele marce”, Accademia d’Europa - Roma;

1995
“Basilio Cascella”, Palazzo Farnese - Ortona (Ch);

Principali Mostre Personali

2005
“Errori di/vini”, Chiostro di San Francesco e Chiesa di Santo Stefano - Castiglion Fiorentino (Ar);

2004
“Cullarsi”, Micro-Galleria, Accademia di Belle Arti - L’Aquila;
“Controindicazioni”, galleria on line Pizia Arte - Teramo;

2002
“L 3”, Galleria Studio Lipoli - Roma;
“A boccaperta”, Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, Università La Sapienza - Roma;
“Colpire al cuore del nulla”, mostra personale con Angelo Colangelo, galleria Ronnie Arte Contemporanea - Chieti;

2001
“Senza Titolo”, Spazio-Abitazione di Ludovico Pratesi - Roma;

1999
“Tibo Orene Aliz”, Centro Multimediale Gli Internauti - L’Aquila;

1998
“Gino Sabatini Odoardi”, ex Convento Oratorio delle Grazie - Alanno (Pe);

 

a cura dell'Ass. "Merzbau - Arte e Cultura" sede legale via del Badile n. 14 - 00159 Roma - cell. 347 7074779 fax 06.23317832