VIEW PLUS

¿MUGA+MERZBAU?

EVENTS/ EXIBITIONS

CONTACTS

 

LAURA PALMIERI DEPARTURE
a cura di Paola Donato e Loris Schermi

 

Mu.Ga. + Merzbau via Giulia 108 - ROMA
14/5/2009-10/6/2009

 

VERNISSAGE

 14 maggio 2009 ore 18.00

 

FINISSAGE CON UN'OPERA DI LIANA ZANFRISCO

11 giugno 2009 ore 19.00

INGRESSO LIBERO

 

Giovedì 14 maggio 2009 a Roma, presso lo spazio Mu.Ga. di Embrio.net in via Giulia 108, inaugura la mostra personale di Laura Palmieri dal titolo “Departure” a cura di Paola Donato e Loris Schermi. La mostra è organizzata da Merzbau – il portale dell’arte contemporanea a Roma in collaborazione con Mu.Ga..


Il lavoro che Laura Palmieri presenta ruota attorno all’idea di Porto come “luogo di mezzo”. Gli elementi che l’artista sceglie e dipinge all’interno dello scatto fotografico sono gli spazi intermedi. Luoghi e frammenti visivi che sfuggono alla percezione perché di passaggio tra due punti d’interesse. L’artista ne evidenzia il valore scegliendoli come soggetti di un’esperienza estetica e appagante. Gli scatti fotografici di estrema bellezza, città dominate dal mare, cartoline irrinunciabili nell’immaginario collettivo del viaggio, luoghi luminosi, carichi di riflessi e di riverberi sottolineano la gioia del viaggio nel luogo dell’attesa. Ma l’artista va oltre la bellezza degli elementi che immediatamente saltano agli occhi. Convoglia la riflessione su quello spazio “inutile” ignorato da una comunicazione di massa troppo concentrata a porre la propria attenzione su ciò che occorre acquistare. Situando l’accento sull’aspetto percettivo, sottrae lo spazio svuotandolo dell’elemento reale in un’azione di pura saturazione. La Palmieri riesce in questo modo ad invitare lo sguardo distratto o forse troppo concentrato di un osservatore abitudinario a spostare per una volta l’interesse dal pieno al vuoto e viceversa. 

Laura Palmieri nasce a Napoli nel 1967, vive e lavora a Roma. La sua produzione artistica si muove attraverso vari media tra i quali la pittura, la fotografia, l’installazione e la tecnologia digitale. Elemento centrale dell’indagine artistica è lo spazio tra un’opera e l’altra. Cancellando frammenti dell’immagine, sottolinea il valore della pausa visiva contrastando l’eccesso di informazione operata dai mass media. Tra i luoghi dove ha esposto: Museo d'Arte Contemporanea, L’Aquila; CIAC di Genazzano; Biennale di Venezia - progetto Oreste; XXI Biennale Internazionale d'Arte Grafica di Lubiana; a Roma: Altri Lavori in Corso; Museo Laboratorio di Arte Contemporanea; Lipoli&Lopez; Palazzo delle Esposizioni; Change; MACRO; Galleria AAM.

APERTURA DAL 14 MAGGIO AL 10 GIUGNO 

ORARIO DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ 10.30-13 /16-19