Home > Magazine > Recensioni > articoli

Occhi aperti
Loris Schermi

Dove: Hyunnart
Quando: 03/02/2004 - 02/03/2004
Info: or. mart-merc-giov ore: 15.00 – 18.00, ingresso libero

Occhi aperti, sguardi scrutanti nel profondo dell’immaginario, obiettivi dinamici attenti. Catturano, fissano, capovolgono, squartano l’immagine reale o sognata. Si stupiscono, piangono, si chiudono e si sbarrano. Sono gli occhi di chi non rimane indifferente, di chi non vede ma guarda, di chi si ferma a pensare. Di chi non crede che non si può più cambiare nulla, di chi crede che è il nulla che va cambiato.

Sedici diversi sguardi, sedici finestre aperte dagli artisti invitati da Paolo Di Capua e Oan Kyu nei locali di Hyunnart Spazio. Una necessità di confronto sulle dinamiche della percezione che nasce da chi l’arte la produce in prima persona. L’operazione di Di Capua e Oan Kyu è una spinta all’utilizzo dinamico e critico del senso visivo.

In un periodo, come quello che stiamo vivendo, in cui l’apparire è più importante dell’essere, dove il potere mediatico unidirezionale influenza idee, gusti e trasmette falsi ideali, è importante che l’arte sappia reagire e ritrovare quella consapevolezza sopita. Utilizzare la vista di concerto con la mente significa rifiuto della sottomissione a canoni e preconcetti.

Aprire gli occhi quindi, rieducarli ad una visione critica e dunque libera, prerogativa indispensabile del fare arte

25/02/2004

a cura dell'Ass. "Merzbau - Arte e Cultura" sede legale via del Badile 14 - 00159 - Roma | Cell. 347 7074779 - Fax +39 06 97258910