Home > Magazine > Recensioni > articoli

I TOOL U
Melania Rossi

Dove: CO2 Contemporary Art
Quando: 03/04/2009 - 30/04/2009
Info: via Borgo Vittorio 9b, tel 0645471209, lun-ven ore 11-19 sab 16-20 http://www.co2gallery.com/ - mostra personale di Gianni Politi, a cura di Gianluca Marziani e Maria Letizia Bixio.

vedute della mostra

Strumenti di lavoro, di creazione, di morte. Spatole, forbici, fucili.

E se questi arnesi non si lasciassero più USARE e minacciassero di divenire icone che non hanno più bisogno dell’uomo, che rimandano ad una funzione passata ma assumono una potente, potentissima carica universale?

I lavori di Gianni Politi, giovane artista romano che disegna su grandi fogli con gesti secchi, ampi, controllati ma violenti, non perdono di vista la singolarità delle forme, data dal gioco dell’ombra e della luce. Il figurativo, a cui Politi resta comunque legato, si immerge in un astratto intrico di linee, incise nelle grafiti su carta intelata o in un esplosione di nubi nere, “scagliate” nelle fusaggini su carta da spolvero.

Seghe e bucacinte sono più spaventosi di M16 e granate perché, tolto il significante umano, l’ammasso di ferraglia pesante e acuminata ha la forza terrificante dello strumento di tortura. Pratica ben più sadica del macchinoso fare guerra. Nel gioco dei contrari dunque, sulle armi si può ironizzare senza falsi moralismi, e nelle due installazioni Child trap e Chocolaterie Lourde, le bombe fanno esplodere lecca-lecca. Oppure sembrano di cioccolato.

Se rendere icone oggetti d’uso comune è fin troppo noto atteggiamento alla Warhol, i lavori di Gianni Politi si avvicinano invece all’arte di Jim Dine, per l’attenzione concentrata sul singolo strumento, sottratto al contesto suo proprio.

L’artista stesso definisce i suoi lavori “più punk che pop”, così come le scritte e pluribus unum con cui completa alcune opere, sono rosa perché “i Ramones hanno insegnato che il rosa è punk”, o perché rosa erano il make up e lo spandex dei New York Dolls.

IO TI USO è la provocazione di Gianni Politi.

Ma cosa usa chi?

25/04/2009

a cura dell'Ass. "Merzbau - Arte e Cultura" sede legale via del Badile 14 - 00159 - Roma | Cell. 347 7074779 - Fax +39 06 97258910