Home > Magazine > Recensioni > articoli

SMART FUTURE MINDS AWARD, Open you mind. Ma prima di aprire la testa, usala!
Barbara Lanzafame

Dove: smart urban stage, Auditorium Parco della Musica
Quando: 25/06/2010 - 31/07/2010
Info: http://www.smart-urban-stage.it

Davanti al palazzo dell’Auditorium di Roma, una struttura temporanea verde speranza arriva in città, preceduta da un’importante capitale quale Berlino, per proseguire nel suo viaggio europeo di inclusione, promozione ed esplorazione, verso Zurigo, Parigi, Madrid, e terminare con Londra nel 2011. Il contenitore urbano, promosso dalla Smart Elettrica, ha un programma e un desiderio molto preciso: coinvolgere le persone e le loro idee nell’ambito di progetti che guardino al futuro, rivolgendo agli stessi la domanda:

Tu, come immagini la tua città nel futuro?

Diverse categorie quali, cultura/società – design - media/it – scienza – architettura - mobilità, concorrono al premio smart future minds award, che offre in palio 10.000 euro per la realizzazione o continuità del progetto premiato. La riflessione comune richiesta alle diverse categorie, si focalizza nella prospettiva di una sana convivenza negli spazi delle città, fondata su principi di partecipazione civile, consapevolezza ambientale e visionarietà progettuale.

A curare la manifestazione di Roma nei contenuti creativi e la selezione dei curatori dei progetti presentati alla smart future minds exhibition, è l’associazione culturale PHLEGMATICS. Il progetto vincitore di Roma è il gruppo LPU, Liga de Partida Urbana, fondato a Caracas dal sociologo Pasquale Passannante e l’architetto Rafael Machado, con “Calle de diversion”, all’interno della categoria cultura/società.

Ri-progettare e ri-attivare luoghi e contesti che possiedono una storia, ma che necessitano di un arricchimento della prospettiva comune, è il lavoro e l’intento del giovane gruppo; per mezzo della partecipazione dei cittadini, dagli adulti ai bambini, il suolo urbano è utilizzato come spazio per i giochi, per incontrarsi, per ricordare, reinventare e pitturare le strade, creando propri e veri campi di comunità, riuscendo a rimuovere dunque un senso di impersonalità e isolamento diffuso nelle strade e periferie sociali.

Con la prospettiva di ampliare la proposta delle strade come ampliare le possibilità degli individui, il progetto ha l’intento di estendersi dalle periferie di Caracas alle altre città del mondo. Future minds urban stage, premia dunque un progetto che altrettanto nasce, si evolve e si forma in luoghi urbani, dando importanza dalla radice nei processi di trasformazione. Premiare un futuro, prima di tutto, partecipativo; in cui l’esperienza diretta, non solo è formativa individualmente, ma anche capace di produrre intenti di miglioramento trasmissibili tra individui.

04/08/2010

a cura dell'Ass. "Merzbau - Arte e Cultura" sede legale via del Badile 14 - 00159 - Roma | Cell. 347 7074779 - Fax +39 06 97258910